Home / Poesia / Mama non Lama / Versi a Rossana #2

Versi a Rossana #2

D’improvviso lo spavaldo füoco
Ghiaccio s’è fatto in petto;
Ardente amore teme difetto
Del mio cor o del mio viso amante
Indegno mi faccia al dolce gioco.
O bocca e cor ardente,
Tremebondi al pensier di lei stupenda,
Non tremate ancor,
Ancor il capo mesto non piegate
A pensier tristo ed a distanza amara!
Non v’è gioia per il vile che dispera!
È quando cala l’ombra della sera
Che si prova l’amore della luce,
E se non è esso che ci conduce
In quale amor sperare potremo?

About Samuele Baracani

mm
Samuele Baracani: nato nel 1991, biellese, ma non abbastanza, pendolare cronico, cresciuto nelle peggiori scuole che mi hanno avviato alla letteratura e, di lì, allo scrivere, che è uno dei miei modi preferiti per perdere tempo e farlo perdere a chi mi legge. Mi diletto nella prosa e nella poesia sull'esempio degli autori che più amo, da Tasso a David Foster Wallace. Su ispirazione chauceriana ho raccolto un paio di raccontini di bassa lega in un libro che ho intitolato Novelle pendolari.

Leggi anche

Versi a Rossana #4

Naos e Righel sono i tuoi occhi E così li ricordo, Dolci stelle lontane, Chiuso …