Home / Tag Archives: donna

Tag Archives: donna

Stuprus in fabula

Esiste una retorica che trovo a dir poco insopportabile che vorrebbe ignorare il male in favore di una sorta di libertà, che altro non è che mera illusione di poter fare quel che si vuole a dispetto di pericoli oggettivi. Questa retorica spicca nel dibattito sullo stupro e vorrebbe le donne assolutamente libere di vestirsi come vogliono, di non sottostare alla tirannia del maschio violentatore. Io sono del tutto d’accordo: la donna dovrebbe essere libera di andare in giro nuda senza timore che qualcuno l’aggredisca. Dovrebbe. Purtroppo il mondo non è giusto, o come si suol dire “la giustizia non …

Continua a leggere »

Madonna Mia

Capita a volte che, affacciato al balcone, teso a contemplare il mio stesso desiderio nella luce di una finestra lontana, ritorni a rammemorare, ri-cordare, innalzare davanti al cuore i prodigi, le meraviglie e perciò i doni impagabili, personali che sono stati consegnati alla mia storia passata e presente. Le parole che in prendono dimora, che vengono fissate nei miei scritti o che prendono vita e consistenza al suono della mia parola sgorgano e sovrabbondano dal mio cuore. Esse però non mi appartengono. Sorgono perché donate e devono perciò tornare alla fonte da cui sono scaturite per continuare ad avere vita e …

Continua a leggere »

E par che sia una cosa venuta da cielo in terra a miracol mostrare

La donna angelo (dei cantori dell’amor cortese) nulla è in confronto al miracolo di una donna che si fa realmente prossima, che è realmente vicina, realmente amabile, realmente amata. La donna angelo romanticamente intesa ha il suo valore, ma limitato. Qualora la donna angelo venga intesa cristologicamente, acquista tutto il suo portato divino di messaggera, di rivelazione di Cristo. Porta a Lui. Santifica in Lui e per Lui. La donna angelo intesa con Dante come miracolo, come segno della carità di Dio, come dono dall’alto, e ancor di più intesa con la Tradizione nell’unione sacramentale[1] diventa così una relazione in …

Continua a leggere »

Glimpses of Joy

Alcune donne sono strane, sometimes they are glimpses of Joy. Appaiono, si fanno prossime, portano in regioni remote ai confini dell’oltre-mondo per poi abbandonarci nuovamente al nostro io abituale. Le donne vere sono quelle che permangono, che persistono, che rispondono, che diventano storia. I barlumi servono per far tornare noi stessi nella nostra propria dimensione autentica, nella dimensione autentica della nostra propria persona. Sono «visioni della Gloria che consegnano», che donano una dimensione rinnovata alla nostra persona. A volte illuminano, gettano luce nuova sul nostro desiderio, ri-cordandoci nuovamente, facendoci con-siderare sotto un cielo nuovo quale sia l’altezza e la profondità …

Continua a leggere »

I doni di Dio: persone, parole di carne e sangue

Dio si è fatto bambino, Dio si è fatto carne! La teologia chiama questo evento “seconda creazione dell’uomo” perché in essa l’uomo può essere assunto in Dio per l’adozione a figlio in Cristo. Nella prima creazione l’uomo, inizialmente solo, comincia a nominare il creato, ma non trova nulla che lo compia, che sia a lui pari. Si ritrova solo, prova solitudine, nostalgia. Il suo compimento non si realizza nella gnosi, nella conoscenza intellettuale. Il suo compimento, la strada della sua realizzazione è nella carne. Dio crea e pone accanto all’uomo la donna. Ella è la sua compagna, la sua amante, …

Continua a leggere »

Donna: principio, strada e compagnia destinale del cammino astrale e abissale dell’uomo

La donna con il suo essere terragna offre all’uomo terreno sotto i piedi, una base da cui decollare, da cui (o in cui) dirigersi in abissi, una terra da cui salpare, da cui innalzarsi a vette (o inabissarsi in profondità) che la donna non potrebbe conoscere senza l’uomo che l’accompagni ad esse. Nemmeno l’uomo conoscerebbe tali vette (e abissi) senza la compagnia della donna principio e strada, compagna di quel cammino al tempo stesso astrale e abissale.

Continua a leggere »