Despecta vanitas

 

Vanitas vanitatum.
Non omnis vana vanitas.
La pavoncella rimirò impettita
La ruota del pavone.
“Ecco che va a sentir lodare
Le piume variopinte.
Che pena il maschio che tutto cerca
Nella vana adulazion conforto”.
E, voltasi altrove, non sapeva
Che sol per lei splendeva
Mostrando i suoi colori.

About Samuele Baracani

mm
Samuele Baracani: nato nel 1991, biellese, ma non abbastanza, pendolare cronico, cresciuto nelle peggiori scuole che mi hanno avviato alla letteratura e, di lì, allo scrivere, che è uno dei miei modi preferiti per perdere tempo e farlo perdere a chi mi legge. Mi diletto nella prosa e nella poesia sull'esempio degli autori che più amo, da Tasso a David Foster Wallace. Su ispirazione chauceriana ho raccolto un paio di raccontini di bassa lega in un libro che ho intitolato Novelle pendolari.

Leggi anche

L’Eco della Solidità – Intervista a Giulia Bovassi

Abbiamo già fatto una rapida recensione del libro, più che altro per suggerirne la lettura, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*