Home / Poesia / NeoPasquino

NeoPasquino

Darwin s’è sbajato

Darwin s’è sbajato Solo teorie e idee varie evoluzione, solo de scorie in cerca de anello mancante der passo fatto da l’omo pensante Scavi, ossa, ricostruzioni dibattiti e parole ortre i confini ma la risposta è più chiara che mai sta sotto er naso e l’occhi tui L’omo da quanno è arivato solo de esse vivo ha cercato moltiplicannose ner monno cor culto de li morti ner profonno Ogni passo pè l’evoluzione ma qui appare la vera l’illusione da riscontri e prove provate quarcosa nun torna co’ le cose passate Trascorsi miaja e miaja de anni oggi l’omo fa solo …

Continua a leggere »

La Mantide

Ner prato vicino a casa mia ‘n mantide che era tanto pia insieme antre mantidi religiose pregava, guardannone le pose Lei se che sentiva pura e casta se mise a fa ‘na specie de rivista arzannose più in alto sur suo sito parlò a tutti puntannoje contro er dito E giù sproloqui su tutti e tutto sur modo de pregà né fa costrutto dicenno chi era sbajato e chi giusto e più parlava e più ce provava gusto Parlanno tanto però l’ego saliva parlava parlava e nun la smetteva ner discorso suo così s’era persa e tentava de ripjasse in …

Continua a leggere »

BEN TROVATI

Io me scuso co’ voi tutti de st’intrusione ma so’ der popolino, so’ romano bontempone come Rugantino, me rifacco a st’antenato, dico quer che penso ruganno spensierato Le canto ar cattolico politico de turno che vota contro Cristo pè suo mero ritorno ar sommo omino galante gran prelato che nun se impiccia, solo si nun è smascherato Ar cattolico osservante, tra li banchi anniscosto che punta er dito e accusa incollato ar suo posto ar popolo incosciente che se scorda der Signore e è sempre raggirato da chi je dice du’ parole Canto quanno posso, quanno me tocca er core, …

Continua a leggere »