Home / Pietro Giacchetti

Pietro Giacchetti

mm
Risolvo problemi (principalmente i miei, al contrario di Mr Wolf). Sono partito dalla media impresa di ingegneria, passato dai giganti e atterrato nelle startup. Nel caotico mondo traballante delle piccole imprese mi sono trovato nel posto giusto. Ogni giorno varco la soglia dell'ufficio e cerco di trattenere le idee da un gruppo di tecnici troppo zelanti e di designer troppo creativi. Essendo io stesso una persona creativa, a volte è frustrante dover fare anche "quello che dice di no" nella squadra, però capita: sono il product manager. Sono quello che indaga sui desideri e i bisogni dei clienti, mantenendo un occhio al mercato e uno alla concorrenza. Faccio del mio meglio per fare da collante del team, mantenendo tutti allo stesso passo, e da storyteller di ogni progetto. Ogni volta che un collega viene da me a parlarmi della sua idea, penso "È un passo verso l'obbiettivo? Perché vale la pena di farlo?" e se non trovo risposta gli chiedo solamente di mantenere il focus. Non mi piacciono le scuse, mi piacciono le sfide. Mi piace essere sfidato a trovare e testare nuove soluzioni più efficienti ai problemi di ogni giorno. Mi piacciono le persone per bene, quindi cerco di combinare la mia passione lavorativa con la beneficienza e fornendo sempre una parola o un consiglio a chi chiede. Ho giocato a rugby da seconda linea e ho una cintura nera di Judo. Una volta videogiocavo forte e un po' mi manca, ma gli impegni lavorativi chiamano...

Grazie, maestri del lavoro!

Non penso di aver mai apprezzato abbastanza quanto sia importante la figura di un maestro sul lavoro. A tutti serve una persona che ti prenda e ti sfidi tutti i giorni a scoprire quale passo puoi fare ancora per crescere professionalmente. Non deve essere necessariamente un superiore. Può essere un collega, un tirocinante, un cliente, un amico, un autore, un imprenditore… L’importante è che ti costringa a mettere in gioco te stesso e a uscire dalla tua routine. Che ti mostri che la paura di cambiare può essere affrontata. Perché la paura di cambiare non è nient’altro che l’opportunità di crescere mascherata …

Continua a leggere »